Miralem Pjanić nedugo nakon zvanične objave transfera postavio je na svoj Instagram oproštajni video i poruku od navijača Juventusa koje prenosimo u cjelosti:

“Diši Mire, to je fraza koju sebi ponavljam u ključnim trenucima utakmice. To je isto ono što trenutno govorim sebi dok pokušavam opisati kako se trenutno osjećam. Stigao sam prije četiri godine u Juventus kako bih pokušao osvojiti sve. Čak i onda kada to ne možete, kao igrač Juventusa to uvijek morate pokušati.

Ovo su bili četiri sjajne godine koje sam proživio sa velikim profesionalcima, ali prije svega pravim prijateljima. Prijateljima s kojima sam dijelio pobjede i rekorde, ali i gorke poraze jedan korak prije kraja. Ovo su godine u kojima sam sazrio i kao čovjek i kao otac. Ovo je grad u kojem je odrastao Edin i u kojem je postao navijač ove ekipe. Grad u kojem je moja porodica izgradila najljepše uspomene u životu.

Nikada se ne mogu dovoljno zahvaliti, ali želim da se zahvalim porodici Agneli i svim saborcima koji su išli istim putem kao i ja. Svim uposlenicima i članovima stručnog štaba koji su mi pomogli da rastem i razvijam se. Svim navijačima koji su činili da se osjećam posebno svakog dana.

Nosite dres kao drugu kožu, uvijek pružite sve od sebe na terenu i nikada nećete pogriješiti. Sada imamo malo vremena za gubljenje i imamo mnogo toga za osvojiti do kraja sezone. Onda samo diši Mire, jer šta god te danas čini tužnim, sutra će biti nezaboravna uspomena koju ćeš nositi u svom srcu do kraja života.” napisao je Miralem Pjanić u objavi koja je za nekoliko sati prikupila više od milion pregleda.

View this post on Instagram

Respira Mire, questo è il ritornello che mi ripeto nella mente, nei momenti decisivi di una partita. Ed è quello che continuo a ripetermi ora, mentre provo a scrivere quello che sto provando in questo momento. Sono arrivato quattro anni fa per provare a vincere tutto. Perché anche quando non ci riesci, questo è ciò che deve provare a fare sempre un calciatore della @Juventus. Sono stati 4 anni intensi, vissuti al fianco di grandi professionisti ma soprattutto di amici veri, con i quali ho condiviso vittorie e record, ma anche amare sconfitte ad un passo dal traguardo. Sono stati anni in cui sono maturato come uomo e come padre. Questa è la città dove Edin è cresciuto, diventando il primo tifoso di questa squadra, e dove con la mia famiglia abbiamo costruito i più bei ricordi della nostra vita. Penso che non si dica mai a sufficienza grazie, e quindi: Grazie alla Famiglia Agnelli Grazie a tutti i compagni che hanno condiviso con me questo percorso Grazie a tutti i dipendenti ed i membri dello staff, che mi hanno aiutato a crescere Grazie ai tifosi che ogni giorno mi hanno fatto sentire speciale. Perché se c’è una cosa che ho imparato, è che non esiste un tempo minimo per innamorarsi. Alla fine è molto semplice: indossa questa maglia come una seconda pelle, dai sempre tutto e, non sbaglierai mai. Ora però abbiamo poco tempo da perdere e molto da andare a vincere fino al termine delle stagione. E quindi respira Mire, Perché quello che oggi ti sembra così triste, da domani sarà uno splendido ricordo che porterai nel cuore per tutta la vita. Miralem ❤️ #FinoAllaFine

A post shared by Miralem Pjanić (@miralem_pjanic) on

(Reprezentacija.ba)